Potrei anche

Potrei anche chiudere gli occhi e lasciarmi sospingere dal vento. Che faccia ciò che vuole questa brezza, che guidi il mio corpo verso terre che parlano lingue diverse.

Potrei anche affidarmi a un respiro dal ritmo tranquillo, lontano dalla frenesia di un mondo che non conosce requie.

Potrei anche guardarti una volta in più negli occhi, quelle pupille che si dilatano di stupore e che cercano di nascondersi per non rivelare una vita che non sempre è apprezzata.

Potrei anche lasciar perdere. Per una volta, almeno per questa, lasciar scivolare via le parole di chi si sente assiso su un trono scintillante prodotto dalla propria fantasia. Basterebbe lasciarli parlare e tacere, senza affannarsi per cercare un qualche argomento che non urti una qualche dotta convinzione.

Potrei anche seguire la corrente, senza lottare sempre per risalirla.

Pubblicità